doria …un anno di chiacchiere

Ieri eravamo con i precari AMIU, con gli attivisti per il diritto alla casa e
i compagn* dei centri sociali al teatro della Tosse per fare gli auguri al
sindaco Doria che festeggiava un anno di mandato. In una città dove ci sono 40
mila case sfitte, dove gli affitti si portano via più di metà dello stipendio,
dove chi occupa case viene sgomberato, dove l’acqua continua a non essere
pubblica, dove il biglietto dell’autobus continua ad aumentare, dove la giunta
ha affidato ad un advisor la pratica di privatizzazione dei servizi di
trasporto, dove si rivendica di voler buttare 7 miliardi di euro per il terzo
valico: in una città così non si può essere educati. Delle buone maniere di chi
sta con speculatori e affaristi non sappiamo che farcene.

Sì, siamo stati poco democratici, ma le litanie dei signori che chiedevano
gentilmente al sindaco di muoversi in attesa dello show del signor marchese le
ascoltiamo tutti i giorni sui giornali e in tivù a reti unificate. In una
società divisa in classi, le classi oppresse lottano: potrà risultare
antipatico ad un pezzo di borghesia progressista, ma è così.

Video e servizio sulla contestazione:

http://www.genova24.it/2013/06/un-anno-di-marco-doria-tra-critiche-pacate-e-
contestazione-52032/

This entry was posted in INIZIATIVE, NEWS and tagged , , , . Bookmark the permalink.